Timoleonte, ovvero l’uomo giusto

L’uomo giusto

La storia di Timoleonte ci viene raccontata da due grandi letterati dell’antichità: Plutarco, il celebre biografo, e Diodoro Siculo, lo storico. In entrambi i casi, Timoleonte appare come un personaggio dalle caratteristiche positive: abile, giusto e fortunato. Abile perché seppe destreggiarsi tra le sfide politiche e militari che lo impegnarono a Corinto, sua città natale, e in Sicilia. Giusto perché amante della libertà e nemico di ogni tiranno, fedele alla parola data e moralmente retto. Fortunato perché le imprese di cui si rese protagonista ebbero inizio incerto, ma esito straordinario. Tuttavia, dietro la sua figura positiva si nascondono alcuni misteri: il caso dell’assassinio del fratello Timofane e l’ostilità che sembra emergere nei suoi confronti da parte dell’oligarchia corinzia. In ogni caso, Timoleonte fu uno degli indiscussi protagonisti delle vicende politiche del IV secolo a.C. Le sue imprese divennero subito celebri e trovarono eco nei racconti degli storici. Continue reading “Timoleonte, ovvero l’uomo giusto”

La colonna serpentina, storia di un monumento da Delfi a Istanbul

La colonna serpentina

Una strana colonna di bronzo attorcigliata si erge nel quartiere Sultanahmet dell’odierna Istanbul, sul luogo dell’antico Ippodromo della città di Costantinopoli. La chiamano colonna serpentina, perché rappresenta tre serpenti avvinghiati. Fu portata lì dall’imperatore Costantino attorno al 330 d.C. per celebrare la fondazione della sua nuova capitale, ma l’origine di questa colonna è molto più antica. Continue reading “La colonna serpentina, storia di un monumento da Delfi a Istanbul”

Gorgoneion: la testa della gorgone Medusa

Fenomenologia di un volto terribile

Bocca spalancata, lingua di fuori, zanne da cinghiale, guance gonfie, serpi tra i capelli. Ma soprattutto uno sguardo fisso e penetrante. Questi erano i tratti caratteristici del gorgoneion, l’effige che rappresentava la testa della gorgone Medusa, il mostro col potere di pietrificare tramite lo sguardo. Continue reading “Gorgoneion: la testa della gorgone Medusa”

La Geografia di Claudio Tolomeo: una banca dati dell’antichità

In informatica, una banca dati è un insieme di dati, omogenei per contenuto e per forma, memorizzati in un calcolatore elettronico. Chiunque può combinare questi dati, attraverso l’utilizzo di determinate chiavi d’accesso, per ottenere qualche risultato. Possiamo pensare alla banca dati come ad una dispensa piena di ingredienti che, combinati secondo la giusta ricetta, creano una torta. Continue reading “La Geografia di Claudio Tolomeo: una banca dati dell’antichità”

Il toro di Falaride: uno strumento di tortura tra realtà e leggenda

Agrigento, solo pochi anni dopo la sua fondazione nel 580 a.C., era già vittima di lotte intestine tra i diversi gruppi di coloni che avevano dato vita alla città. Per risolvere queste conflittualità serviva un uomo deciso, che governasse con il pugno di ferro. Costui fu Falaride, tiranno della città dal 570 al 554 a.C., che divenne presto famoso per il suo dispotismo e la sua crudeltà. Continue reading “Il toro di Falaride: uno strumento di tortura tra realtà e leggenda”

L’antica religione degli Orfici, tra reincarnazione e veganesimo



Continue reading “L’antica religione degli Orfici, tra reincarnazione e veganesimo”

Epimenide di Creta, il saggio che dormì 57 anni

Una vita fuori dagli schemi

Epimenide di Creta è sicuramente una delle figure più fumose e bizzarre, ma anche più intriganti, di cui i testi antichi ci abbiano lasciato testimonianza. In un certo senso, la sua vita si colloca agli albori della civiltà greca (tra i secoli VII e VI a.C.), molto prima dello splendore dell’età classica, quando la vita si organizzava ancora in piccole comunità di contadini e pastori. Continue reading “Epimenide di Creta, il saggio che dormì 57 anni”